CIAMARELLA (m. 3676)

20/24 luglio 1924 - 29 giugno/1 luglio 2001 

"L'ultima gita alla Ciamarella ha lasciato in me un buon e triste ricordo..." 

(Pier Giorgio a G. M. Bertini 29 luglio 1924)

 

               Veduta dalla Ciamarella (foto scattata da Pier Giorgio)
 

 

20 - 24 luglio 1924 

I Tipi Loschi in gita alla Ciamarella

 

 

 

Il resoconto di Marco Beltramo:

Società Tipi Loschi

Reparto Agitati ------                        Sezione Terrore

Alla nostra direttrice un colpo di cannone

Noi per grazia di Dio e volontà dell'Inazione membri del Terrore nonchè soci fondatori della Compagnia dei Tipi Loschi, noi, Robespierre e Perrault inviamo a voi, nostra Esimia Direttrice, oltre al già menzionato colpo di cannone, il resoconto della gita fatta dalle due Società Alpinistiche "Giovane Montagna" e "Tipi Loschi".

Giorno Sabato 19 luglio 1924

Partenza da Piazza del Duomo - Frassati arriva colla corda srotolata attorno a tutto il corpo, con due picche, due sacchi, ecc.: completo sdoppiamento - la Presidente giunge puntualmente in ritardo ma trova ancora mezzo posto. Qualora giungesse Tina, Frassati ha già aperto la tasca esterna del sacco per potervela ospitare. Viaggio normale - la Tescari s'accorge che le molle del suo sedile sono sintetizzate in un asse - Frassati per collaudarsi contro le vertigini fa il viaggio appeso fuori dell'automobile - Hidalgo tace, Beltramo mai.

BALME - Clementina scrive il diario - vani tentativi di Beltramo per leggerlo.

PIAN DELLA MUSSA - Colazione- si attende Severi incontro la quale va Frassati mentre le signorine sonnecchaino, i ragazzi chiacchierano e Beltramo rompe la piccozza - Severi giunge ossessionato dalla minestra assente e minaccia di rottura diplomatica e separazione legale con "arrivederci al Pian dei Morti". Clementina aumenta il passo e la bellezza dello stile - Hidalgo protesta. Si trova una capretta che guarda con aria ostile : alle capre piace il sale, invece le parole di Clementina...! Un torrente - i ragazzi lo guadano - si preparano ad un eroico passaggio delle signorine ma... scoprono a due passi il ponte. Si sale.

Pier Giorgio in sosta al Pian della Mussa con due missionari della Consolata

PIAN DEI MORTI - le signorine già impressionate dalla località arretrano spaventate: da un avello schiuso sta sorgendo un'ombra. Clementina dice che è Tut-ank-amen. Hidalgo afferma che è Diogene senza lanterna - si scopre che è il Dott. Casassa.

CORO: Come nave che esce dal porto/navigando con passo scozzese./Era come di prendere un morto/per pagarlo alla fine del mese.

Seconda colazione - Hidalgo vedovata del sacco chiede elemosina - giungono Frassati e Severi coi divorziati.

RIFUGIO GASTALDI - Frassati protesta perchè gli hanno zuccherato il thè, dopo maturo esame viene in luce che lo zucchero non c'è , ma che Clementina ha parlato troppo mentre lo si vuotava. Si visitano i dintorni - Clementina cerca un "malloppo" - tutti aiuteranno ma nessuno capisce - viene accertato che essa voleva un paio di guanti. Il termometro della commozione di Tescari sale a vista d'occhio, quello del rifugio è sceso ai 9 gradi.

PRANZO - Si scopre che le trote potrebbero vivere comodamente nella minestra - Visita ai dintorni - si canta - il termometro di Tescari fa salti prodigiosi finchè Clementina lo riporta alla normalità. La notte, le palpebre e il termometro scendono di mutuo accordo.

 

Domenica 24 luglio - i Tipi Loschi in cordata sul ghiacciaio della Ciamarella

 

 

 

30 giugno - 1 luglio 2001

Gli amici della "Giovane Montagna" sezione di Genova hanno in calendario un'uscita alla Ciamarella

 

 

Il programma:

Uja di Ciamarella (m. 3676)

Bellissima ed articolata montagna delle Alpi Graie meridionali, l'Uja di Ciamarella presenta un'elegante parete nord ed una suggestiva parete sud-est, tagliata da una successione di creste (le cosiddette "lance" della Ciamarella). In concomitanza con l'uscita alpinistica del Corso di scialpinismo e l'uscita conclusiva del Gruppo Giovani, la saliremo per il più facile versante sud-ovest, che ben si presta ad un uso elementare di piccozza e ramponi. L'appuntamento è per sabato 30 giugno alle ore 13,30 al Pian della Mussa (m. 1800 circa), in fondo alla Val di Ala di Lanzo, di lì con circa 2 ore e mezza di salita raggiungeremo il Rifugio Gastaldi (m. 2659), dove pernotteremo.

Il rifugio Gastaldi

Domenica si salirà lungo il frequentato percorso che in circa 4 ore, attraverso pendii di sfasciumi, roccette e i ghiacciai di Pian Gias e della Ciamarella, conduce sulla panoramica sommità. Il dislivello è di 850 metri circa il primo giorno e 1000 metri circa il secondo, per cui è richiesto un certo allenamento. Le    difficoltà alpinistiche nell'attraversamento dei due ghiacciai e nella risalita delle roccette finali sono modeste (nel complesso F), è tuttavia necessario dotarsi di equipaggiamento da alta montagna comprensivo di corda, piccozza, ramponi, imbrago, cordini, moschettoni.

Per informazioni:             lucianocaprile@hotmail.com  

Comunico che dal 15 al 27 giugno sarò assente da casa e dall'ufficio e non potrò leggere la posta. Nel caso vi fossero comunicazioni riguardanti la salita alla Ciamarella, vi prego indirizzarle ad Andrea Selva, il capogita per la sezione di Genova, che mi legge in copia, i suoi recapiti telefonici sono: casa 010- 215752; ufficio 010-6005018

Luciano Caprile

       

 
© Archivio Frassati/Associazione Pier Giorgio Frassati Roma. Riproduzione vietata